imgs-clandestina
Via-del-Lambrusco-small

clandestina-info

La coop Clandestina, primo passo di tre giovani soci, nasce con un progetto articolato che racchiude svariate idee innovative nel campo della ristorazione, tutte nel nome della qualità dei prodotti italiani.

La cooperativa Clandestina nasce per favorire la produzione e la fruizione di alimenti prodotti perlopiù localmente e nel rispetto delle persone e dell’ambiente.
La scelta è quella di valorizzare i prodotti dell’agricoltura biologica, in generale tutte le forme di produzione o raccolta sensibili e attente al bene comune, sostenibili dal punto di vista sociale ed ambientale.
L’attività ha al centro l’equità e la solidarietà e non è subordinata alla sola legge del profitto.
Mario Lanzone, cuore e motore dell’iniziativa, Paolo Fraternali Orcioni, barman di comprovata esperienza, e Daniele Rossi, chef poliedrico con esperienza nella cucina tradizionale ma molto attento ai dettami della cucina moderna, sono professionisti competitivi e capaci. Insieme aggregano le loro idee nel progetto “Cucine Clandestine“, che racchiude al suo interno l’apertura di un nuovo locale in centro storico, l’osteria popolare “Tabarin”.

Osteria popolare Tabarin

L’osteria popolare Tabarin nasce da tre esperienze diverse, tre forze rimaste in piedi dalle ceneri dell’OPPOSTO di Palazzo Magnani. La cucina dell’osteria attraverso un’attenta ricerca storica, recupera piatti antichi ormai quasi scomparsi e li ripropone mantenendo la tradizione della cucina reggiana. I tortelli e le tagliatelle vengono prodotte al momento, durante il servizio. I nostri piatti sono abbondanti e saporiti, i cuochi e non “chef” sottolineano al pubblico che loro preparano cibo per e del popolo, non creano piatti o composizioni elaborate, cuochi per il popolo. Pochi piatti poca scelta, prodotti alimentari freschi e buoni, prezzi al di sotto della media e il coperto non si paga.

Un salto indietro di 40 anni nel modo di fare ristorazione:

  • Ricerca storica sulla cucina tradizionale reggiana e montanara
  • Poche referenze in carta
  • Spesa giornaliera
  • Tortelli e tagliatelle espressi
  • Carta dei vini che propone bottiglie con poco ricarico ma qualitativamente molto interessanti, perché si possa bere bene e spendere il giusto
  • Servizio informale.
  • Ambiente curato anni 70 con particolare attenzione alla cronaca ed alla comunicazione pubblicitaria
  • Pochi tavoli circa 40 posti e tanta ospitalità

La nostra filosofia si racchiude in una frase riportata nel nostro menù:
“Una cucina semplice fatta per persone poco complicate”

IL NOSTRO MENU

logo-coop-300x168

Indirizzo  Via Divisione Acqui 2
Reggio Emilia

E-mail coop.soc.clandestina@gmail.com

www.osteriapopolare.it

La ricerca non ha prodotto risultati
Indirizzo non trovato
  • - Assicurati che l'indirizzo sia scritto correttamente
  • - Assicurati che l'indirizzo includa il nome della città e lo stato
  • - Inserisci il cap
Ricerca
Reset

Sulla mappa puoi vedere le cooperative e luoghi di interesse turistico.

Usa il filtro di ricerca per visualizzare anche gli altri percorsi.

scopri_il_territorio-2

crea-il-percorso-butt