imgs-ortolani

Via-del-Parmigiano-smallCooperativa-Agricola-Ortolani-

La Società Cooperativa Agricola Ortolani nasce il 2 febbraio del 1905 con lo scopo di:“vendere in comune, nei modi e nei luoghi più convenienti, i prodotti orticoli dei soci”.

I soci costitutori furono 16 produttori locali fortemente legati al territorio come testimonia il loro nome e la provenienza. Oggi la cooperativa conta circa 40 soci, fra i quali alcune cooperative agricole e produttori delle province di Reggio Emilia, Modena, Parma e Mantova. Il mercato di riferimento è la Grande Distribuzione Organizzata e la piccola e media distribuzione locale con le quali sono attive collaborazioni pluriennali indirizzate a fornire con continuità prodotti di elevate caratteristiche qualitative e di certa sicurezza alimentare.

Vengono collocati sul mercato circa 20.000 quintali di prodotti freschi, oltre 50.000 chilogrammi di prodotti cotti al forno e oltre 50.000 confezioni di minestrone di verdura fresca porzionato e proporzionato, pronto all’uso in cucina.

La Coop Ortolani con la sua produzione di alta qualità sostiene la cultura culinaria emiliana e di seguito indica la ricetta di due fra i piatti piu tipici (a base di verdura) della tradizione reggiana

Tortelli di zucca

La zucca è un frutto estremamente poliedrico. E’ dolce e  non ingrassante e adatta per diabetici. La polpa è rinfrescante, diuretica e regolatrice intestinale, possiede proprietà calmanti per chi soffre di problemi nervosi. E’ facilmente digeribile. Preparazione del tortello di zucca
Per il ripieno: cuocete 1,5 kg di zucca in forno e riducetela in poltiglia, unitevi 100 g di amaretti pestati finemente, un pizzico di noce moscata, sale, pepe e poco pangrattato, per legare il composto. Lasciate riposare coperto per un paio d’ore. Per la sfoglia: impastare 600 g. di farina con 6 uova, un pizzico di sale. Lavorate energicamente fino ad avere un composto liscio, elastico e consistente; avvolgetelo in un telo e lasciatelo riposare per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, lavorate nuovamente la pasta, poi stendetela con il mattarello in una sfoglia sottile e ritagliate dei rettangoli lunghi circa 10 cm; farciteli con un po’ di composto di zucca e richiudeteli a forma di barchetta, sigillando bene i bordi. Lessate i tortelli in abbondante acqua salata, scolateli appena cotti con un mestolo forato e disponeteli in una zuppiera o in piatti di servizio caldi nel seguente modo: mettete sul fondo della zuppiera un po’ di burro fuso e una spolverata di grana, quindi disponete uno strato di tortelli, ricopritei di nuovo con il burro, un poco di salvia e il parmigiano, fino a riempimento della zuppiera, coprite con un panno e lasciate riposare per 15 minuti circa prima di servire.

Erbazzone
Preparate l’impasto per la sfoglia dell’erbazzone, mettendo su di una spianatoia 500g di farina a fontana, 50 g di burro freddo a pezzetti, il sale e tanta acqua gassata quanta ne serva per ottenere un composto liscio edelastico (circa 1 bicchiere); impastate bene gli ingredienti e formate con essi una palla, che ricoprirete con della pellicola e lascerete riposare in un luogo fresco e asciutto per almeno mezz’ora. Accendete il forno a 180°. Intanto fate lessare 1,5 kg di bietole in acqua salata (o cuocetele al vapore), poi strizzatele e tritatele. Tritate 200 g. di lardo e mettetelo a sciogliere in un tegame a fuoco basso insieme a due cucchiai di olio, poi aggiungete uno spicchio d’aglio (intero) e qualche cipollotto tritato facendo appassire.
Togliete poi l’aglio e aggiungete un ciuffo di prezzemolo tritato, le bietole, il sale e il pepe; lasciate insaporire per qualche minuto, poi togliete il tegame dal fuoco e fate intiepidire. Unite 150 gr. di parmigiano reggiano grattugiato alle bietole e amalgamate bene. Prendete la pasta per la sfoglia e tiratela sottilmente fino a formare due dischi: uno dovrà essere qualche cm più largo del diametro della teglia che avete scelto per cuocere l’erbazzone, e lo userete per foderare la tortiera imburrata; i cm in più servono per rivestire i bordi della tortiera. L’altro disco servirà per chiudere la preparazione. Posto il disco più grande sul fondo della tortiera, versate il ripieno, livellatelo bene e poi coprite con l’altro disco più piccolo, e ripiegando il contorno, saldatelo al bordo della pasta sottostante. Con i rebbi di una forchetta punzecchiate tutta la superficie della sfoglia (servirà per far fuoriuscire l’umidità delle verdure durante la cottura ) e poi spennellatela bene con il tuorlo di un uovo. Fate cuocere in forno già caldo per 30 minuti circa, poi cospargete la superficie dell’erbazzone con la pancetta tagliata a striscioline e continuate la cottura per altri 10-15 minuti circa. A cottura avvenuta, lasciate intiepidire o raffreddare e servite l’erbazzone tagliandolo a fette o losanghe

Societa Cooperativa Agricola Ortolani

Via Cisalpina, 11, Reggio nell’Emilia

Tel:0522 515321

Sulla mappa puoi vedere le cooperative e luoghi di interesse turistico.

Usa il filtro di ricerca per visualizzare anche gli altri percorsi.

scopri_il_territorio-2

crea-il-percorso-butt