fuori-orario-imgs

Via-del-Innovazione-small

fuori-orario-info

L’esperienza della Cooperativa Fuori Orario rappresenta qualcosa di unico nel settore dell’intrattenimento a livello nazionale.

I soci della coop hanno saputo creare un locale pubblico in cui si intrecciano centinai di proposte differenti, configurando cosi il Fuori Orario come luogo di divertimento, riflessione, approfondimento, conoscenza, ballo e non ultimo anche il gusto alimentare.

Dicono di loro stessi:

“Siamo un Circolo Arci. Detta così sembra anche un po’ triste, però secondo noi è un bel posto, un bel luogo dove potersi divertire e ,ogni tanto, mettere in moto anche una qualche cellula del cervello. Quando, senza conoscerci bene, ci chiamano “discoteca” ce ne abbiamo un po’ a male perché crediamo di essere qualcosa di diverso. Abbiamo sempre pensato, sin da quando abbiamo aperto vent’anni fa, di costruire un luogo accessibile a tutti, anche a quelli non in lista o con le scarpe da ginnastica, dove con i prezzi più bassi possibili, i ragazzi potessero godere della migliore musica, stare in sicurezza ed essere utili, attraverso i loro contributi, a sostenere progetti di solidarietà per chi non ha tutte le nostre opportunità.

In tanti anni di attività abbiamo fatto molte cose, però siamo certi che le cose migliori siano ancora da fare e quindi tiriamo avanti con la speranza di conoscere anche te che stai cercando di capire chi siamo.”

Il Fuori Orario è cresciuto di anno in anno grazie alle decine di migliaia di soci che hanno aderito alle attività del circolo, rendendolo in questo uno fra i maggiori circoli ricreativi e culturali d’Italia, sicuramente il più grande nel suo genere.

I guadagni della cooperativa sono sempre stati reinvestiti nella struttura raddoppiandone le dimensioni e potenziandola sotto il profilo tecnico. Al momento il Fuori Orario è una delle più attive ed attrezzate sale concerti d’Italia, e nel tempo ha visto passare dal suo palco centrale i più importanti artisti.

“Abbiamo provato a metterci nei panni di chi vuole venire a trovarci per la prima volta per dirgli quel che trova venendo al FuoriOrario. […]
La nostra speranza è che un ragazzo o una ragazza quando entrano al Fuori Orario si sentano a proprio agio e l’accoglienza sia sempre tale da non far mai sentire soli anche chi viene solo. Dopo questa priorità, abbiamo cercato di offrire ai nostri soci il massimo delle opportunità per poter godere appieno del tempo trascorso con noi. Dentro al circolo ci sono due vagoni del treno, per feste, compleanni, buffet, ma anche semplicemente per sedersi e fare due chiacchiere; un ristorante, un bar “irlandese”, un bar “spagnolo” e altri cinque bar a disposizione; una sala concerti con almeno un evento live a sera, tre sale per ballare con i nostri DJ che a volte incontrano colleghi di fama nazionale e internazionale. Si va avanti fino alle 3,30, momento degli abbracci e dei saluti”.

In parallelo all’attività musicale i soci hanno saputo far crescere la struttura del circolo anche sotto il profilo culturale e sociale: il Fuori Orario ha da anni un programma settimanale che vede la presenza di personalità di spicco della politica, della cultura, del sociale e soprattutto di tante persone che dedicano la loro vita all’associazionismo e ad attività Onlus.

Dal Fuori Orario passano e nascono progetti che vanno da Amnesty International fino alle più piccole ma importantissime realtà locali. L’elenco dei collaboratori e delle attività di promozione e sostegno a progetti umanitari e sociali è veramente interminabile.

“Quando ci definiscono una discoteca a noi da un po’ fastidio. Non che abbiamo qualcosa in particolare contro le discoteche, è che noi vogliamo essere e speriamo di riuscire ad essere, un circolo, in cui ciascun socio, te compreso, si senta parte di un progetto che offre sì il massimo del divertimento possibile, ma anche l’opportunità, proprio attraverso il divertimento, di dare una mano a chi ha molte opportunità in meno di noi.” 

Il Fuori Orario rappresenta meglio di qualsiasi altra testimonianza, una tradizione storica del territorio emiliano che da sempre viene considerato ‘terra del divertimento e della danza’, ma che al contempo non dimentica i principi fondanti della solidarietà e della partecipazione sui quali si basa la propria storia.

Ciò che più conta e che rimane significativo di questa esperienza è il legame che unisce il locale alle decina di migliaia di soci. L’affetto che lega gli uni agli altri, il senso di appartenenza ad una struttura che contribuisce a offrire divertimento a giovani e meno giovani non dimenticandosi al contempo di quanto sia importante mantenere una sensibilità verso tematiche sociali ed uno spirito di iniziativa capace di tradursi in atti concreti e in supporti reali a chi ne necessita.

fuoriorario

Indirizzo Via Don Minzoni 96/b

42043 Taneto di Gattatico

E-mail: info@transcoop.com

www.transcoop.com

La ricerca non ha prodotto risultati
Indirizzo non trovato
  • - Assicurati che l'indirizzo sia scritto correttamente
  • - Assicurati che l'indirizzo includa il nome della città e lo stato
  • - Inserisci il cap
Ricerca
Reset

Sulla mappa puoi vedere le cooperative e luoghi di interesse turistico.

Usa il filtro di ricerca per visualizzare anche gli altri percorsi.

scopri_il_territorio-2

crea-il-percorso-butt